Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.


HOME

FLASH NEWS

In diretta dal mondo dei trasporti.

CITYTECH

A Milano in settembre per discutere di futuro.

MOBILITÀ

Greenpeace analizza la sostenibilità in Italia.

MAN TRUCK & BUS

Allestimenti a piacere per il furgone TGE.

SOLARIS

Nel 2019 ci sarà anche l’autobus a idrogeno.

ALEXANDER DENNIS

Due nuovi modelli in formato XL.

OTOKAR

Arrivano in Italia le ultime novità.

VDL BUS & COACH

Nuove trasmissioni per la gamma Futura.

TRANSPORTS PUBLICS

All’insegna del ‘Green’ il salone di Parigi.

01.03.018 - Irizar i.e. bus a Valencia, Spagna
Dopo i test svolti lo scorso giugno e luglio a Valencia, la società di trasporti municipali EMT ha acquistato il suo primo veicolo elettrico: un Irizar ie bus. Il mezzo è stato presentato a febbraio insieme ad altre 35 unità ibride. Lungo 12 metri, è equipaggiato di tre porte, telecamere di sicurezza, sistema Eco Assist. La capacità è di 76 passeggeri e l'autonomia dichiarata dal costruttore è di oltre 200 km. Gli autobus elettrici e ibridi sono stati introdotti nel centro di Valencia.  «Questo è un impegno serio dell'EMT», ha affermato Joan Ribò, sindaco di Valencia, «finalizzato alla modernizzazione in linea con i principi guida sulla sostenibilità ambientale e le sfide che stiamo affrontando attualmente».
01.03.2018 - Idrogeno: colpo grosso in Europa. Firmato Van Hool
Il produttore belga ha siglato un contratto con le società tedesche RVK Köln e WSW Wuppertal per la fornitura di 40 bus a celle a combustibile di ultima generazione. L'ordine (unico) è composto da 30 veicoli per Colonia e 10 per Wuppertal. È il più grande, per veicoli a idrogeno, mai visto in Europa. Gli autobus saranno costruiti nello stabilimento di Van Hool a Koningshooikt, in Belgio. Le prime unità saranno consegnate nella primavera 2019. Tutti i veicoli sono ibridi (pila a combustibile e batterie) della serie Van Hool A330 con doppio assale e una lunghezza di 12 metri. Saranno equipaggiati di motore elettrico Siemens PEM da 210 kW e del più recente modulo di celle a combustibile FCvelocity-HD85 della canadese Ballard Power Systems. A bordo, 29 passeggeri seduti più 46 in piedi (Colonia) e 49 (Wuppertal). Inoltre, c'è spazio per due sedie a rotelle e una carrozzina. «Grazie alla fonte di energia ibrida», precisa Van Hool, «gli autobus, con una capacità del serbatoio di 38,2 kg di idrogeno a bordo, saranno in grado di viaggiare per 350 km». Van Hool costruisce autobus a idrogeno per il mercato americano dal 2005 e per quello europeo dal 2007. Ad oggi, l'azienda ha prodotto 53 bus a idrogeno: 21 per il Nord America e 32 per l'Europa. Gli otto tram-bus a idrogeno in fabbricazione per Pau (Francia) vanno aggiunti al totale. Saranno consegnati nella seconda metà del 2019.
28.02.2018 - Dotto Trains sceglie Allison
Trasmissione completamente automatica Allison per il Muson River, modello di punta dei trenini turistici prodotti da Dotto Trains. Il Muson River monta una trasmissione Allison Serie 2500 a cinque rapporti abbinata a un motore turbo diesel Euro 6 a 4 cilindri. A differenza dei cambi manuali o automatizzati, le trasmissioni Allison dispongono della 'Continuous Power Technology' che permette di trasmettere senza interruzioni la potenza del motore alle ruote. «La scelta degli automatici Allison per Dotto è stata dettata soprattutto dalle richieste provenienti dai mercati esteri, in cui questa tipologia di trasmissioni va per la maggiore», spiega Fausto Rebuffoni, amministratore delegato di Ofira Italiana, distributore italiano di Allison consultato nel 2012 per collaborare alla nuova versione 'automatica' del Muson River 2x4. Dotto Trains è un'azienda di Castelfranco Veneto specializzata nella costruzione di trenini turistici a partire dal 1962. Oltre 2.500 gli esemplari venduti ad oggi in tutto il mondo.
27.02.2018 - Mobilità on-demand: test di moovel Group
Il Gruppo moovel, società interamente controllata da Daimler AG, e la compagnia di trasporti Karlsruher Verkehrsverbund (KVV) testeranno un servizio di navette a chiamata in occasione dell'IT-Trans che si terrà a Karlsruhe, in Germania, dal 6 all'8 marzo. Durante i tre giorni di fiera, sia i visitatori che gli stessi cittadini potranno prenotare il viaggio tramite l'app "KVV.mobil" ed essere trasportati fino alla meta prescelta a bordo di un minivan, senza essere vincolati all'orario prestabilito. La navetta verrà condivisa da più passeggeri contemporaneamente. Un algoritmo calcolerà il percorso più veloce verso una delle oltre 100 fermate. Durante la fase di test, il nuovo servizio sarà gratuito. Il tutto si basa sulla piattaforma on-demand di moovel, che consente il funzionamento di una flotta flessibile e orientata alla domanda utilizzando la gestione intelligente del viaggio (routing) e il raggruppamento delle richieste di viaggio (pooling). Inizialmente verranno utilizzati dieci veicoli Mercedes-Benz Classe V. «Il comportamento delle persone rispetto alla mobilità sta cambiando rapidamente a causa della digitalizzazione. Dobbiamo rispondere a questa tendenza. A Karlsruhe, molte nuove opzioni di mobilità per il futuro vengono sviluppate e testate, come l'area di prova per la guida autonoma», fa sapere il sindaco di Karlsruhe, Frank Mentrup.
26.02.2018 - Scuolabus Indcar per studenti del Veneto
Nel mese di febbraio il produttore iberico Indcar ha fornito tre bus equipaggiati per il servizio alunni a Turazza Trasporti. Modello scelto dall'operatore veronese è l'Indicar Mobi. Il veicolo è costruito su telaio Iveco e offre 49 posti. La fornitura è stata conclusa attraverso Stefanelli Spa, concessionaria Iveco Bus per il Triveneto e fra i principali partner commerciali di Indcar in Italia. Turazza Trasporti è un'azienda a conduzione familiare fondata nel 2000. Fa parte del Consorzio Euro Bus Verona (di cui è promotore), associazione che gestisce l'85% del trasporto privato nell'area.
23.02.2018 - Ibridi Solaris commissionati a Szczecin, Polonia
Solaris Bus & Coach ha firmato un contratto nella città polacca di Stettino per la fornitura di 16 Urbino con sistema di trazione ibrido seriale. L'ordine comprende 8 articolati e altrettanti da 12 metri. È il secondo contratto polacco per ibridi Solaris quest'anno. Il motore elettrico è alimentato da un impianto di stoccaggio dell'energia. Questo dispositivo, a sua volta, viene caricato attraverso un generatore utilizzando un motore diesel con una capacità di soli 4,5 litri per un veicolo di 12 metri. La funzione 'zero emission' è disponibile nel nuovo ibrido Urbino e lo rende simile a un autobus elettrico. Grazie all'installazione del sistema Stop-and-Go, il motore diesel si spegne completamente durante le soste alle fermate e all'apertura porte ma si riaccende immediatamente dopo che i supercapacitori esauriscono la potenza. È stato installato anche un GPS nel veicolo, incluso il software che consente l'attivazione della funzione Arrive-and-Go. Questa opzione permette di spegnere il motore diesel mentre l'autobus si avvicina alla fermata. «Vari test hanno dimostrato che grazie a questa caratteristica ecologica l'autobus è in grado di risparmiare fino al 20% del carburante necessario ai veicoli simili con una trasmissione tradizionale», ha dichiarato Solaris Bus & Coach. Nelle ultime settimane il produttore polacco ha consegnato o firmato contratti per 127 autobus ibridi in Polonia.
22.02.2018 - 400 autobus Otokar per Bucarest
Il produttore turco, attraverso la filiale Otokar Europe SAS, si è aggiudicato la fornitura di 400 autobus per il Comune di Bucarest. Il contratto ha un valore complessivo di 98,3 milioni di euro. Si tratta del più grosso ordine (in lotto unico) conseguito dall'industria turca sul fronte dell'export. La consegna dei primi 100 autobus è prevista per questa estate, i restanti 300 per il prossimo anno. «Con questo contratto abbiamo superato il nostro record per le esportazioni di autobus», ha dichiarato Serdar Görgüç, direttore Generale di Otokar. «Oltre ad offrire urbani di nuova generazione con lunghezze che vanno da 10 a 18 metri per i residenti della Capitale rumena, forniremo anche servizi di assistenza post-vendita per otto anni al Comune di Bucarest".
21.02.2018 - Lo Scania Touring alla volta del mercato italiano
A circa nove mesi dal debutto italiano in occasione del 100° Giro d'Italia, il turistico Touring di Scania comincia a fare breccia tra gli operatori del settore. I clienti aumentano e i mezzi consegnati nella Penisola ammontano ad oggi a una decina di unità. «E’ difficile esprimere a parole le grandi potenzialità di questo veicolo e gli eccellenti consumi registrati sia in occasione di prove su strada con clienti del settore Granturismo che nei test con la stampa di settore», commenta Roberto Caldini, Direttore Buses & Coaches di Italscania. «Siamo estremamente soddisfatti dei risultati ottenuti sul fronte dei consumi, una dimostrazione in più del fatto che si tratti di un veicolo di grande eccellenza, in perfetto stile Scania». «Tra i clienti che utilizzano già lo Scania Touring», precisa Antonino Brancato, responsabile vendite Scania Touring, «anche Nudo Viaggi di Cosenza che, da settembre ad oggi, ha superato i 100 mila km e ci conferma la sua soddisfazione sia per quanto riguarda le prestazioni che i consumi. Entro pochi giorni, dopo il primo autobus già consegnato a Gaffuri Viaggi, verranno consegnati nuovi Scania Touring ad Autoservizi Merli, Autolinee Moretti, Giotto Bus, Salvadori Bus Itermar e T.A.M.».
20.02.2018 - Iveco Bus applica i protocolli ITxPT alla sua gamma
Condividere lo stesso linguaggio e la stessa rete con evidenti vantaggi in termini di servizi, prestazioni, manutenzione. Questo l'obiettivo di ITxPT (Tecnologie Informatiche per il Trasporto Pubblico), associazione fondata dall'UITP insieme a numerosi partner dell'industria e dei trasporti, tra cui Iveco Bus. Tra gli obiettivi, cooperare all'attuazione di standard per sistemi IT plug-and-play applicati al trasporto pubblico. A tale proposito Iveco Bus informa in un comunicato che «mette a disposizione l'architettura elettrica e lo spazio fisico necessari per applicare i servizi ITxPT alla sua gamma di veicoli urbani, interurbani e da turismo». Questa nuova architettura standardizza i collegamenti elettrici ed informatici dei dispositivi di bordo dei veicoli (sistemi ausiliari, sistemi d'informazione per i passeggeri, indicatori di destinazione, gestione dei biglietti, trasmissione dei percorsi, conteggio dei passeggeri, videosorveglianza, ecc..), oltre che dei sistemi di back-office (server, compatibilità software, ecc..). Grazie al nuovo standard, i soggetti coinvolti possono trarre vantaggio da un set semplificato di apparecchiature con certificazione ITxPT che condividono lo stesso linguaggio e rete, per un'installazione più semplice e veloce e un miglior servizio post-vendita. Gli operatori di trasporto potranno inoltre usufruire di migliori prestazioni in termini di integrazione e interoperabilità. I vantaggi non sono limitati alle sole funzioni di bordo, poiché i protocolli ITxPT riguardano anche l'elaborazione e la trasmissione di dati all'operatore o al cliente.
20.02.2018 - Enertronica rileva marchio e know how di Tecnobus
Il suo piccolo Gulliver elettrico l'ha resa famosa a fine millennio nel trasporto passeggeri. Circa 500 gli esemplari venduti di questo bus a batteria in formato 'tascabile', e non solo in Italia. Stiamo parlando della Tecnobus, azienda pioniera nella mobilità elettrica e il cui marchio e know how vengono ora rilevati da Enertronica Spa, azienda operativa nel settore delle energie rinnovabili, del risparmio energetico e nella progettazione e produzione di sistemi elettromeccanici. L'annuncio è stato dato dalla stessa Enertronica che in un comunicato, precisa: «Il progetto prevede la nascita di una nuova società, che sarà denominata BusX e controllata all’85% da Enertronica, la cui missione sarà la produzione e commercializzazione di mini autobus elettrici e veicoli commerciali speciali, esclusivamente elettrici. Il progetto prevede un piano di sviluppo che porterà BusX a diventare uno dei primi operatori europei nel proprio segmento di riferimento entro 3 anni. Il piano di sviluppo prevede investimenti nel triennio 2018-2021 per circa 5 milioni di euro, mirati prevalentemente al rinnovo della gamma prodotti e ad attività di R&D». La nuova azienda lavorerà sullo sviluppo e restyling di prodotti attualmente sul mercato e venduti da Tecnobus. Secondo le previsioni di Enertronica, il primo restyling verrà proposto al mercato entro tre mesi dall’acquisizione «con ottime prospettive per la Newco di chiudere in utile già dal primo esercizio». La chiusura finale dell’operazione sarà deliberata entro 4 mesi dalla sottoscrizione del contratto preliminare. Nel settore della mobilità elettrica, il Gruppo Enertronica ha già linee di business attive grazie alla controllata Elettronica Santerno. Azienda leader, quest'ultima, nella progettazione e produzione di sistemi e componenti per il settore dell’eMobility.
16.02.2018 - Mezzi pubblici gratis in Germania, la parola all'ANAV
Il governo tedesco propone di sperimentare il trasporto pubblico gratuito in cinque città del Paese. L'obiettivo è rientrare negli obiettivi climatici comunitari visto che la Germania è uno degli otto stati europei, insieme a Francia, Italia e Spagna, dove le emissioni di diossido di azoto e polveri sottili non sono rientrate al 30 gennaio 2018 nei limiti previsti dagli standard comunitari. Una violazione che può costare pesanti sanzioni economiche. La sperimentazione dovrebbe partire in Germania entro fine anno. I costi sono stimati in circa 13 miliardi di euro annui. In Italia ammonterebbero ad almeno 8 miliardi all’anno, considerando il sistema di trasporto pubblico nel suo complesso. «Riteniamo che una spesa del genere non sarebbe né sostenibile né giustificabile», ha dichiarato Giuseppe Vinella, presidente ANAV, «non solo e non tanto perché, come rilevano alcuni esperti, la ricetta potrebbe funzionare solo in Paesi dove sono già efficienti sistemi di trasporto pubblico intermodale e integrato, quanto per la semplice constatazione che un settore economico completamente sussidiato rischia di fare passi indietro in quel processo di industrializzazione, recupero di efficienza e produttività, competitività e innovazione che riteniamo imprescindibile per determinare un salto di qualità del sistema e favorire la realizzazione di un nuovo modello di mobilità collettiva e sostenibile». «Per trainare la domanda di trasporto collettivo», conclude Vinella «serve un servizio pubblico più capillare, più frequente, più integrato, realizzato con mezzi moderni, confortevoli e con le tecnologie più avanzate per la tutela dell’ambiente. Più risorse e più infrastrutture, quindi, e più stimoli agli investimenti in un contesto di competizione virtuosa tra le imprese per la gestione dei servizi».
16.02.2018 - A piano doppio su telaio MAN in Australia
A Sydney sono in servizio dalla fine dello scorso anno 38 bus a due piani su telaio MAN A95. I veicoli sono carrozzati dal produttore malese Gemilang mentre il telaio è stato fornito da Penske Commercial Vehicles, partner di vendita di MAN Truck & Bus in Australia e Nuova Zelanda. Il telaio MAN A95 per autobus a pianale ribassato è alimentato da un motore diesel a sei cilindri da 320 cv (235 kW) conforme ai parametri Euro 5. È abbinato al cambio automatico ZF Ecolife con rallentatore idraulico integrato. Tra le varie dotazioni di sicurezza, il sistema di frenata elettronica (EBS), il programma elettronico di stabilità (ESP) e la protezione antiribaltamento (ROP). «Dopo vari progetti di successo con il telaio MAN A95 a Singapore e Hong Kong, questa fornitura segna un'ulteriore espansione della nostra presenza sul mercato e siamo lieti di averlo fatto anche nel segmento degli autobus urbani a due piani in Australia», ha dichiarato Christian Schuf, di MAN Truck & Bus Asia Pacific. «Per continuare a soddisfare l'ampia gamma di richieste del mercato, il telaio A95 è disponibile da inizio anno anche in versione Euro 6c».

bustocoach@bustocoach.com